Come definire la strategia nelle startup o nei kick-off dei progetti digitali

Uno degli errori più frequenti nell’affrontare un kick-off o l’avvio di una startup legata ad un prodotto digitale e/o tecnologico è quello di affrontarlo senza esperienza, delegando a fornitori esteri alcune scelte architetturali e di sviluppo, che non sempre sono i custodi ideali delle scelte strategiche legate all’esecuzione.

 


C’è una dozzina di modi per perdere una corsa e un modo solo per vincerla

Charles Bukowski


Avevamo già trattato il tema del fallimento del progetto digitale nelle grandi aziende. Questo fenomeno, in maniera ancora più amplificata è evidente nelle startup dove diventa dogmatico fare di necessità virtù e nei kick off dei progetti digitale, dove il ruolo del digital strategist è quello di regista nella definizione della roadmap di progetto governando gli obiettivi tecnici e di business.

Rispetto ad altri settori dove è più semplice separare le sfere di influenza di ogni dipartimento aziendale (come per esempio il marketing dal commerciale) ogni ambito è interconnesso (anche per questo si parla sempre più spesso di omnicanalità) e l’uno influenza sull’altro in maniera spesso decisiva:

Strategia: Research/Data Science – Ecosystem Planning – Social Strategy – Brand Strategy – Content Strategy – Team Recruitment […]

Marketing: Growth hacking – Search Engine Marketing – Search Engine Optimization – Social Media Marketing – Digital PR/DEM – Programmatic – Gamification  […]

Design: Branding & Positioning – User Experience – Design Thinking – Product Design – Copywriting & Scripting – Campaign Creative […]

Tecnologia: Digital Infrastructure – Algorithms and Big Data – Backend Technology – Native Applications / IoT – Server Side Engineering – CMS & Platform Builds – HTML/JS/CSS  […]

Il panorama delle figure professionali legato al progetto digitale è diventato nel corso degli ultimi anni estremamente frazionato e verticale in virtù dell’elevata profondità di sviluppo raggiunta dalle tecnologie digitali 

 

 

Framework digital project

Gli anni di esperienza fatti di fallimenti e successi ci hanno portato alla definizione di un framework di progetto utile per chi inizia a muovere i primi passi nel mondo delle startup e per non perdere di vista quello che è realmente importante.


Cosa

Creare e sviluppare il brand: Che strategia? – Che tecnologia usare? – Che comunicazione? – Che digital agency?
Veicolare traffico qualificato: Quali canali digitali vanno utilizzato? Quali sono i giusti KPI da monitorare?
Creare la community digitale: Quali canali, quali tool, su quali investire e con che contenuti?
Conversione: Qual è il customer journey del cliente? Qual è il ROI? 

 

Chi

Creare e sviluppare il brand: Che strategia? – Che tecnologia usare? – Che comunicazione? – Che digital agency?
Veicolare traffico qualificato: Quali canali digitali vanno utilizzato? Quali sono i giusti KPI da monitorare?
Creare la community digitale: Quali canali, quali tool, su quali investire e con che contenuti?
Conversione: Qual è il customer journey del cliente? Qual è il ROI? 

 

Come

Creare e sviluppare il brand digitale

  • Rivedere / definire una digital strategy
  • Valutare / selezionare le digital agency idonee. Curare gli aspetti tecnologici, di comunicazione e marketing, per raggiungere gli obiettivi
  • Produrre un’architettura complessiva credibili e i giusti contenuti

Raggiungere l’audience corretta

  • Valutare / definire I canali corretti (advertising, SEO, SEM […]) per raggiungere l’audience corretta
  • Basandosi sugli obiettivi aziendali, definire gli assets e targets

Creare la community digitale

  • Supportare il processo del progetto digitale di sviluppare una community on site (magazine/news etc.) e offsite (pr, social etc.) per diffondere i prodotti e la storia del brand nella maniera più organica possibile

Conversione

  • Verifica del ROI, analisi del customer journey
  • Verifica e ottimizzazione del funnel da lead a conversione
  • Processo di ottimizzazione continua sui vari fronti del progetto digitale (Comunicazione / Tecnologia / Marketing)

 

Il framework derivato è una piramide rovesciata1 dove dalla base (sviluppo del progetto nella sua interezza) all’apice (raggiungimento dell’obiettivo) devono essere garantiti i massimi standard qualitativi: questo aumenta le possibilità di successo e non di fallimento dell’iniziativa.

 

 

 

Il passaggio fondamentale è quello di avere una chiara visione di tutti gli elementi in gioco tra le discipline per governare il processo in tutte le sue fasi (definizione, esecuzione, follow-up)

Riferimenti articolo   [ + ]

avatar
  Segui l'articolo  
Notificami
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su skype
Condividi su telegram

Ti è piaciuto l’articolo?

Ricevi una volta ogni due mesi tutti gli approfondimenti di Quodigi Insights